Calhanoglu e Dimarco tra i giocatori dell'Inter a un passo dal primo scudetto

Hakan Calhanoglu e Federico Dimarco sono tra i giocatori dell'Inter vicini a vincere il loro primo titolo in Serie A.

Lo sottolinea l'edizione cartacea odierna del quotidiano milanese Gazzetta dello Sport, via FCInterNews.

Molti dei giocatori del nucleo centrale dell'Inter hanno già vinto uno scudetto.

Giocatori del calibro di Nicolò Barella, Alessandro Bastoni e Lautaro Martinez sono stati tra i protagonisti della squadra che ha vinto il titolo nella stagione 2020-21.

Poi hanno fatto la loro parte anche veterani come Matteo Darmian, Stefan de Vrij e Alexis Sanchez.

Tuttavia, nel resto della squadra, c’è stato molto turnover dalla stagione 2020-21.

Ciò significa che molti giocatori avranno il primo assaggio di uno scudetto.

Calhanoglu e Dimarco pronti a conquistare il primo scudetto con l'Inter

Il Corriere della Sera ipotizza che siano due i giocatori dell'Inter per i quali il titolo sarà particolarmente speciale.

Per il centrocampista Hakan Calhanoglu questo scudetto sarà una rivincita.

Il nazionale turco era approdato all'Inter nel 2021, subito dopo che i nerazzurri avevano vinto il titolo nella stagione precedente.

Calhanoglu è arrivato a parametro zero dai rivali cittadini dell'Inter, il Milan.

Poi sono stati i rossoneri a portare l'Inter al titolo nell'ultima giornata della stagione 2021-22.

Nel frattempo, terzino Federico Dimarco non faceva parte dell'Inter 2020-21. Il nazionale italiano stava ancora crescendo in prestito all'Hellas Verona quella stagione.

Dimarco è un diplomato del settore giovanile dell'Inter e tifoso da sempre del club.

Quindi, conquistare il titolo da giocatore chiave dei nerazzurri sarà sicuramente speciale per il 26enne.

Nel frattempo, l'attaccante Marcus Thuram sentirà che questo titolo rappresenta il punto di riferimento più chiaro dei progressi che ha fatto.

A differenza di Benjamin Pavard, arrivato all'Inter come vincitore di Bundesliga, Champions League e Mondiale, Thuram è arrivato all'Inter senza lo stesso tipo di bacheca dei trofei.

Lascia un commento