UFFICIALE – Atalanta: arriva Kovalenko dallo Shakhtar

Fonte foto: Twitter Atalanta

SEGUICI SU

L’Atalanta con un tweet ha annunciato l’ingaggio ufficiale dell’ucraino ex Shakhtar Donetsk.

Dopo tutti i passaggi burocratici del caso, ora è arrivata anche l’ufficialità. L’Atalanta ha ingaggiato Viktor Kovalenko dallo Shakhtar Donetsk. Questo l’annuncio della società bergamasca.

Atalanta B.C. comunica l’acquisto a titolo definitivo del calciatore Viktor Kovalenko dallo Shakhtar Donetsk.

Nato a Kherson il 14 febbraio 1996, è un centrocampista che, nonostante la giovane età, vanta già una grande esperienza internazionale sia a livello di Club che di Nazionale. Sempre nel giro delle selezioni giovanili fin dall’U16, ha esordito in Nazionale maggiore ancora giovanissimo nel marzo 2016 e da allora ha collezionato 30 presenze, comprese le tre all’Europeo del 2016.

Cresciuto nel settore giovanile dello Shakhtar Donetsk, ha completato il suo percorso di crescita esordendo in prima squadra appena compiuti i 19 anni a fine febbraio 2015, anno in cui è anche tra i grandi trascinatori e protagonisti dell’U19 che arriva a giocarsi la finale di UEFA Youth League grazie anche e soprattutto ai suoi gol, ben sei (di cui due decisivi nella semifinale con l’Anderlecht e uno nella finale col Chelsea). Diventa presto un elemento fondamentale anche della prima squadra con cui ha vinto tutto in patria: tre campionati, quattro coppe nazionali e due supercoppe.

Golden Boot con 5 reti ai Mondiali U20 del 2015 in Nuova Zelanda con la sua nazionale, miglior giovane del campionato ucraino nella stagione 2015/2016, dall’esordio tra i grandi ad oggi sfiora le 200 presenze ufficiali con lo Shakhtar, con 32 gol e 12 assist. In campo europeo sono 47 le partite giocate, qualificazioni comprese, tra UEFA Champions League e UEFA Europa League, competizione nella quale ha raggiunto due volte le semifinali.
Dopo aver affrontato l’Atalanta nella scorsa edizione di Champions League, ora è pronto a vestire la maglia nerazzurra.

Benvenuto Viktor!

Potrebbe interessarti anche: gli occhi della Salernitana su La Gumina.

COMMENTA L'ARTICOLO