Serie B: i principali fattori influenzanti del calciomercato estivo

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

A pochi giorni dall’inizio del calciomercato estivo -per il primo anno in Italia ha il format più breve – che per la serie B prevede come date utili per il deposito dei contratti dal 1 Luglio al 25 Luglio, le società del campionato cadetto iniziano a piazzare i primi colpi di mercato per la stagione 2018-2019.

Come spesso accade nel campionato cadetto partono favorite le squadre che retrocedono dalla massima serieaiutate da consistenti aiuti economici, i così detti “paracadute“, che ammortizzano il peso della retrocessione fornendo un valido aiuto alle società per allestire una squadra competitiva e ritornare nella tanto ambita serie A. Quest’anno la lega di A ha stanziato un massimale di 60 milioni di euro, dividendo in tre fasce di merito le società retrocesse, a cui spettano 10, 15 o 25 milioni in base agli anni di permanenza nella massima serie (anche non consecutivi) negli ultimi 5 anni. Dunque Hellas, Crotone e Benevento hanno guadagnato rispettivamente 25, 15 e 10 milioni,  in due tranche ( il 40% 24 ore dopo la matematica retrocessione e la restante parte quindici giorni prima dell’inizio del campionato).Parliamo quindi di cifre importanti, che almeno nella fase iniziale del calciomercato estivo, stanno spostando gli equilibri del calciomercato a favore di Benevento ed Hellas, che al momento sono le società più attive, mettendo a segno dei colpi che potrebbero facilitare il tentativo di promozione alla massima serie fin dalla prossima stagione.

Ecco un breve focus sul mercato delle due società:

Benevento: Il patron Oreste Vigorito ha prima di tutto trovato l’accordo per il rinnovo annuale (con opzione per il secondo) dell’esperto terzino francese Bacary Sagna  (35) e ha acquistato a parametro 0 Antonio Nocerino ,che torna in Italia dopo l’esperienza in Mls, e il centrale di difesa ex Salernitana Tuia. Arriveranno inoltre dopo una stagione al Bari Andres Tello, girato nuovamente in prestito dalla Juventus alla squadra campana, e Riccardo Improta, nella trattativa con il Genoa che porterà con uno scambio alla pari il mediano ex Spurs Sandro. Restano da definire infine le situazioni di Guillherme e Brignola, due dei migliori calciatori della prima storica stagione in A delle Streghe. Il fantasista brasiliano ha ancora un anno di contratto, ma non sembrerebbe disposto a scendere di categoria, per cui potrebbe seguire il tecnico che l’ha portato in Italia e che è stato ingaggiato dal Sassuolo: De Zerbi. Per il talentuoso e giovanissimo Brignola invece potrebbero arrivare offerte dalla serie A e in caso di cessione sono stati avviati già i primi contatti con l’agente di Laribi, attualmente in forza al Cesena.

Hellas Verona: Gli scaglieri per la nuova stagione hanno deciso di puntare su un allenatore giovane e di grandi prospettive, Fabio Grosso, che ben si è comportato nel Bari alla prima stagione tra i professionisti. Nella trattativa che ha portato il mister a Verona, i gialloblù si sono assicurati uno dei pupilli dell’allenatore pescarese, Karamoko Cissè per una cifra attorno ai 900 mila euro. A breve arriverà la firma del terzino ex Samp e Napoli Christian Maggio, a cui è stato offerto un biennale, mentre è stato trovato l’accordo con l’Atalanta per un prestito con diritto di riscatto del terzino classe 93′ Alberto Almici. Infine è sfida con il Benevento per Laribi, che ha chiesto tempo per valutare le offerte e i progetti delle squadre che l’hanno contattato.

Un altro fattore del calciomercato di serie B è senza dubbio il momento di gran stallo di alcuni club impegnati a risolvere i problemi societari e finanziari.  E’ il caso ad esempio di Cesena e Bari, obbligati alla ricapitalizzazione per scongiurare il fallimento. Situazione altrettanto grave per il Foggia per il quale è stata chiesta la retrocessione per le azioni del presidente Sannella, reo di aver ricevuto e riciclato circa 400mila euro di denaro contante, reimpiegandoli nella società attraverso la corresponsione di somme di denaro in nero a calciatori, allenatori e procuratori. Resta inoltre sornione anche il Palermo che potrebbe essere promosso in caso di accusa per illecito sportivo ai danni del Parma, finito nella bufera a causa degli sms inviati dall’attaccante Calaiò ai giocatori dello Spezia chiedendo di “agevolargli” la vittoria dell’ultima giornata di campionato. A seguito dei deferimenti ai danni della società e del calciatore, la procura federale dovrà pronunciarsi in merito e, in caso dovesse essere confermata l’accusa di illecito, verrebbe quasi sicuramente annullata la promozione in A.

Per il momento dunque Hellas e Benevento sembrano già molto più avanti rispetto alle altre squadre che, dopo la risoluzione dei vari problemi societari, avranno l’arduo compito di programmare in pochi giorni la nuova stagione e cercare di allestire una rosa in linea con gli obiettivi prefissati.

 

 

COMMENTA L'ARTICOLO