Roma in versione etnica? Damm glissa sul futuro, Tomiyasu pista calda

Novità importanti per quanto concerne le trattative della Roma per il messicano Jurgen Damm e per il giapponese del Bologna, Tomiyasu.

DAMM – ROMA

Come riportato qualche giorno fa proprio da Mondocalcionews, arrivano conferme dal diretto interessato, Jurgen Damm, circa la trattativa con la Roma. Il giocatore, di proprietà del Tigres e definito in passato il nuovo Bale, è vicino alla scadenza del contratto e si libererà a parametro zero. Su di lui, oltre ai giallorossi, ci sono anche club tedeschi (come il Wolsfsburg) ma soprattutto gli statunitensi dell’Atlanta United. Proprio quest’ultimi sembrano la squadra più vicina all’esterno messicano, che ha pretese economiche importanti. Proprio il giocatore, intervistato dal quotidiano spagnolo AS, ha parlato della possibilità, anche in passato, di finire a Roma:

“Tutto ciò che scrive la stampa sappiamo bene come funziona, in realtà so solo io la verità. In passato ho avuto l’occasione di andare alla Roma e al Wolfsburg ma offrivano troppo poco. Andare in Europa così giovane, forse, non era neanche molto producente. La decisione migliore è stata quella di venire al Tigres. Ora però andrò in scadenza e sono pronto a valutare le offerte”

Petrachi sta valutando bene, assieme a Fonseca, la pista che porta al messicano. E’ infatti assolutamente da non sottovalutare il fatto che il giocatore arriverebbe a zero. Qualora i giallorossi fossero costretti a rinunciare al riscatto di Mkhitaryan e a cedere Under per questiono di bilancio, potrebbero dirottare le proprie attenzioni proprio su Damm. Un acquisto low cost che rappresenterebbe una valida alternativa ai tanti nomi che girano: Boga, Thauvin, Miranchuk o il cavallo di ritorno, chiamato El Shaarawy. Sul faraone, infatti, è piombata la Juventus di Sarri, suo estimatore. L’alto ingaggio dell’attaccante italo-egiziano (che è comunque disposto a ridurlo per tornare in Italia) favorirebbe senz’altro i bianconeri

L’AFFARE TOMIYASU

Tomiyasu è una delle migliori rivelazioni del campionato italiano di questa travagliata stagione. Il giapponese è stata una delle tante felici intuizioni degli ultimi anni di Walter Sabatini. L’ex DS della Roma, infatti, ha scommesso a occhi chiusi sul giocatore orientale classe 98, mettendolo a disposizione di Mihajlovic e del loro Bologna. In Emilia, Tomiyasu si è rivelato un difensore completo, adattandosi alla perfezione al ruolo di terzino destro, pur nascendo centrale. Spostato sulla fascia, ha dimostrato notevoli qualità di corsa, buona tecnica, capacità di lettura e una fase difensiva importante, frutto delle sue origini da difensore centrale. In pochi mesi, il suo valore ha già raggiunto almeno i 10 milioni di euro.

La Gazzetta dello Sport, addirittura, ipotizza che il prezzo del giocatore sia anche vicino ai 20 milioni. Nonostante l’impossibilità di avvicinarsi a certe somme, la Roma ha messo il giocatore in cima alle sue preferenze. Dopo aver provato ben 5 giocatori giocatori a destra, Fonseca ha individuato nel giapponese il giocatore ideale dal quale ripartire. Per questo, Petrachi sarebbe disposto a inserire diverse pedine nella trattativa. I nomi che girano maggiormente sono quelli di Juan Jesus, che piace da tempo al Bologna, e del giovane talento Riccardi, non ancora esploso e sacrificabile sull’altare del bilancio per la Roma. Dal momento che dal Bologna filtrano voci secondo le quali le pedine di scambio potrebbero non essere sufficienti, ecco che è uscito fuori un terzo nome. Qualora la situazione ambientale continuasse a essere teso, Kolarov potrebbe decidere di cambiare aria e raggiungere il connazionale Mihajlovic a Bologna. Tre pedine per arrivare al giapponese, il secondo della storia della Roma dopo un certo Hidetoshi Nakata!

Credit Immagine: Newnotizie