Roma, l’acquisto di Ante Coric nel mirino delle Fiamme Gialle

Ante Coric Roma
Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Roma, clamorosa inchiesta della Guardia di Finanza sull’acquisto di Ante Coric

Ante Coric doveva essere un crack della Roma nella stagione 2018/2019. Ora invece rischia di diventare una grana per la società giallorossa. Secondo quanto scrive Repubblica questa mattina, la Guardia di Finanza ha aperto un’inchiesta sull’acquisto del giovane calciatore croato dalla Dinamo Zagabria, costato 8 milioni di euro alle casse del club capitolino nel maggio 2018. Nel mirino delle Fiamme Gialle ci sarebbe lo strano percorso dei soldi della compravendita, passati da Roma a Zagabria, da Zagabria a Cipro e da Cipro nuovamente in Italia.

Inchiesta sul passaggio di Coric alla Roma, spuntano alcuni nomi curiosi

Sempre secondo Repubblica, l’inchiesta sarebbe nata dopo un contatto tra il procuratore di Coric e la Roma con quest’ultimo che avrebbe reclamato altri 500 mila euro oltre a quelli già recepiti per portare il giocatore nella Capitale. Il mediatore sarebbe tale Giuseppe Cionci, rappresentante della società “Cornersport management Srl” , nella quale ci sarebbe anche Pietro Leonardiex dirigente sportivo radiato per il crac del Parma e del Latina Calcio. Nell’inchiesta spunta anche Salvatore Buzzi (personaggio chiave dell’inchiesta Mafia Capitale) che descriverebbe Cionci come “uomo dei soldi di Nicola Zingaretti” (Governatore della Regione Lazio e Segretario del PD).

Le ipotesi degli inquirenti

L’inchiesta si svolge in collaborazione con le autorità croate e si sarebbe scoperto che i soldi dell’affare Coric sarebbero rimasti all Dinamo per una cifra di 2 milioni di euro, mentre la restante quota sarebbe finita tra Cipro e Dubai, anche se non si sa ancora nelle mani di chi. Attualmente gli inquirenti lavorano su due ipotesi: la prima è quella del riciclaggio di denaro (in pratica la Roma avrebbe pagato il cartellino del giocatore con un valore gonfiato e il surplus le sarebbe stato restituito in nero) . La seconda è di natura politica; Cionci, infatti, avrebbe rassicurato la Roma sul destino dell’autorizzazione per il nuovo stadio in Regione Lazio, forte della sua amicizia con Zingaretti.

FOTO: Ante Ćorić Twitter.

Leggi anche: Scaroni:”Elliott continua a sostenerci. Il prossimo anno primo mattone del nuovo stadio”

COMMENTA L'ARTICOLO