Inter, ma varrebbe davvero la pena prendere Messi?

Messi Inter
Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Messi, che batosta contro il Bayern, la pulce si eclissa con tutto il suo Barcellona

Serata amara, amarissima per Lionel Messi umiliato con il suo Barcellona dai tedeschi del Bayern MonacoIl 2-8 finale per i bavaresi è il punto più basso nella recente storia del Barça e della lunga avventura catalana del fuoriclasse argentino. Un’umiliazione che ha fatto venire al pettine tutti i nodi di una stagione storta per i blaugrana e che potrebbe avere conseguenze anche per il futuro dello stesso Messi a Barcellona. L’Inter sta alla finestra, ma fino a che punto un colpo simile può essere un affare per i nerazzurri?

L’Inter lo cerca, ma può essere un affare?

Da alcune settimane si parla di un Messi pronto a lasciare la Spagna per via di incomprensioni con la dirigenza blaugrana e l’allenatore Quique Setien. Il giocatore può liberarsi dalla squadra il prossimo anno, anche se il presidente uscente Bartomeu farà di tutto per non perderlo gratis. La candidata principale per acquistare il talento argentino è l’Inter. Il club meneghino vorrebbe rispondere alla Juventus che due anni fa portò in Italia l’acerrimo nemico di Leo, ovvero Cristiano Ronaldo. Il talento non si discute, ma la partita di ieri ha messo ancora una volta in evidenza un neo del campione di Rosario: ossia il suo carisma nei momenti di difficoltà.

La pulce e la solitudine del numero 10

Ieri sera, infatti, Messi è sembrato ancora una volta spaesato, incapace di reagire dopo il pesante 1-4 maturato nel primo tempo contro il Bayern e non è la prima volta che succede. Lo sguardo attonito e disorientato della Pulce sembrava lo stesso dopo la rimonta subita dal Liverpool l’anno scorso o dalla Roma due anni fa. Sembra quasi che nei momenti di difficoltà il capitano del Barça perda la bussola, anziché caricarsi sulle spalle la squadra. Comportamento ancor più palese con la maglia dell’Argentina con cui Messi ha inghiottito sempre bocconi amari. Cosa più inquietante è che questo fenomeno sta emergendo ancor di più con il giocatore in età matura. Insomma, come detto, il talento non si discute. Tuttavia per l’Inter ci sarebbe anche la fragilità caratteriale del campione da gestire. Riuscirebbe Antonio Conte a far diventare l’argentino un alieno anche da questo punto di vista? Lo scopriremo solo vivendo.

FOTO: FC Barcellona Twitter.

COMMENTA L'ARTICOLO