Fiorentina, Palmeri: “Rifiuto Vlahovic ha solo una spiegazione: Juventus. Ha spinto a chiudere qualsiasi porta”

Foto: pagina Facebook Tancredi Palmeri

Nel suo editoriale su TMW, il giornalista Tancredi Palmeri ha parlato del rifiuto al rinnovo con la Fiorentina di Dusan Vlahovic, per il quale sarebbe stato decisivo il pressing della Juventus: “Il grande rifiuto di Vlahovic al rinnovo con la Fiorentina, voluto dal club fosse anche per alzare il suo prezzo di cessione, ha solo una spiegazione: Juventus. Sono i bianconeri ad aver fatto una dichiarazione netta al giocatore, ad avergli garantito l’acquisto, e ad averlo portato a chiudere qualsiasi porta alla Fiorentina, spingendo Commisso all’ira per l’impotenza. Così si spiega il giro delle sette chiese della Viola all’estero: il presidente già si era fatto andare di traverso la cessione di Chiesa, ma lì trovò una situazione già viziata e non poté fare altro che adempiere alla parola data, anzi dopo aver strappato un anno di permanenza in più. Stavolta è diverso, sarebbe tutta roba sua la cessione, e ci terrebbe proprio a non dare questa nuova soddisfazione al club bianconero, nonché a evitare di fare la stessa figura con la piazza. I risultati della squadra lo stanno aiutando ma rimane il fatto che i 60 milioni offerti l’anno scorso dal Tottenham difficilmente potranno andare oltre i 65 quest’anno da qualche altro, considerando la stagione in meno di contratto e la volontà dichiarata del giocatore. Si prova ad animare l’offerta ma la verità è che la volontà del giocatore comanda, e al momento è piuttosto ferrea verso i bianconeri. Che certo magari riusciranno a spuntare di nuovo un pagamento postdatato e dilazionato su base pluriennale, ma che viste le condizioni non potranno pretendere di spendere meno di almeno 65 milioni. Ma l’espressione utilizzata prima, ‘al momento’, fotografa al meglio la situazione. Perché in questa fase di stallo, l’immobilità è resa possibile anche dalle indagini e dalla crisi economica della Juventus che bloccano ogni movimento, a cui bisogna aggiungere l’incertezza degli introiti Champions in una stagione simile. La Juve rischia di non poter più assolvere al proprio impegno con Vlahovic così come successe con Donnarumma, e questo terrebbe in scacco il serbo, forse favorendo solo Commisso che a quel punto avrebbe gioco facile a spingere l’attaccante all’estero“.

LEGGI ANCHEJuventus, Ibrahimovic sugli scudetti revocati: “Nessuno ce li può togliere, vinti con sudore e fatica”

LEGGI ANCHEJuventus, Ibrahimovic sugli scudetti revocati: “Nessuno ce li può togliere, vinti con sudore e fatica”