Nel suo editoriale per TMW, il giornalista Niccolò Ceccarini ha parlato del futuro di Dusan Vlahovic e dei possibili movimenti di mercato futuri della Fiorentina in attacco: “Il caso Vlahovic è esploso e bisognerà capire come la Fiorentina vorrà gestire la situazione, almeno da qui al mercato invernale. Servirà subito un confronto per decidere il da farsi e mettere le cose in chiaro. Vlahovic ha deciso di non rinnovare, dunque toccherà alla Fiorentina fare la prossima mossa. L’obiettivo sarà monetizzare entro la scadenza del contratto, fissata a giugno 2023. In Italia la Juventus è la squadra più in pressing ma anche all’estero continuano a pensarci sia l’Atletico Madrid e Tottenham, forti la scorsa estate sul serbo. La Fiorentina potrebbe però scegliere anche la linea dura e tenere Vlahovic fuori squadra fin da subito. Dal punto di vista tecnico sarebbe una grave perdita vista l’assenza di un’alternativa vera ma serve un segnale forte. Gli scenari sono tutti in divenire. Ipotesi accreditata resta la cessione già a gennaio, creando un’asta e poi reinvestendo i soldi per un paio di attaccanti forti. Se non dovesse accadere, ecco che tutto si sposterebbe a giugno dove però le cifre si abbasserebbero. La partita è appena iniziata e dalla prossima settimana ne sapremo di più. La Fiorentina intanto, oltre al solito Berardi, segue con grande attenzione Arthur Cabral, centravanti brasiliano del Basilea classe 1998, (autore di 20 gol e 6 assist in appena 17 presenze, ndr), e Romain Faivre esterno francese del Brest, vicino al Milan in estate“.

LEGGI ANCHEFiorentina, rinnovo Vlahovic: dialogo si può riaprire ad una condizione

LEGGI ANCHEFiorentina, Italiano continuerà a puntare su Vlahovic almeno fino a gennaio

Articolo precedenteESCLUSIVA MCN, Lorenzo Amoruso: “Donnarumma non doveva lasciare il Milan. Scudetto? Non c’è una favorita”
Articolo successivoMarotta sulla corsa Scudetto: “Napoli? Temo Juve e Milan, hanno cultura della vittoria”