Olimpiadi Tokyo, Malagò: “Vaccinare gli atleti? I nostri competitors lo stanno già facendo…”

Fonte foto: Sito umbria.coni.it
Sorry! You are blocked from seeing ads

Di seguito le parole del Presidente del Coni, Giovanni Malagò, riguardo i giochi di Tokyo: “Olimpiadi senza pubblico straniero? Una sofferenza”

Olimpiadi senza pubblico straniero una sofferenza. Vaccinare gli atleti? I nostri competitors lo stanno già facendo”. Queste le dichiarazioni di Giovanni Malagò nell’intervista esclusiva rilasciata ai microfoni di Radio 1, nel corso di Radio Anch’Io Sport. Tanti i temi toccati dal numero uno del Coni, uno su tutti, le Olimpiadi di Tokyo di quest’estate…

Sui Giochi Olimpici di Tokyo: “Senza pubblico straniero? Una decisione sofferta e dolorosa. Allo stesso tempo è una scelta per salvaguardare la salute di tutti e degli atleti”, ha detto Malagò. “Bisognerà capire anche quale sarà la capienza degli impianti a seconda dell’andamento della pandemia”.

Vaccinare gli atleti che andranno in Giappone e magari anche la stampa? Noi riteniamo che non aver voluto forzare la mano o creare alcun canale priviliegiato sia stata la cosa più giusta. Ma più ci si avvicina alla meta, il rischio sale. Se questi atleti dovessero contrarre il Covid rischierebbero di buttare cinque anni di allenamenti e fatiche. Bisogna considerare che alcuni degli atleti sono già stati vaccinati in quanto appartenenti ai corpi di polizia ecc. I nostri competitors hanno già vaccinato alcuni atleti. Tutto questo deve essere considerato”.

Più 140% di donne nelle cariche? Questo è un dato importante. Mi sembra che questo quadriennio apra ufficialmente alle donne nello sport. Spetta a loro, adesso, dimostrare il loro valore. Siamo molto contenti di questo cambiamento”, come riporta ITASportPress.

LEGGI ANCHE: Allegri a Sky Calcio Club: “Ritorno alla Juve? Non so. Vi dico i veri motivi dell’addio…”.

SEGUICI SU

COMMENTA L'ARTICOLO
Sorry! You are blocked from seeing ads