Morte Maradona, Platini: “Fui vicino nel 1986 a giocare con lui a Napoli”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Michel Platini, ex giocatore della Juventus, è stato intervistato dai colleghi de’ Il Messaggero, svelando un retroscena clamoroso che lo ha accomunato con il compianto Diego Armando Maradona. Di seguito lo spezzone delle sue parole: “Noi eravamo due 10 diversi, lui era più attaccante di me, avremmo potuto giocare assieme e ci siamo anche andati vicini. Era il 1986 e il direttore generale del Napoli era Allodi, che era stato alla Juve e lo conoscevo bene ma è giusto che un calciatore chiuda dove ha compiuto un lungo tragitto, come me alla Juve e Maradona al Napoli e spero accada con Messi al Barcellona. Fossi andato al Napoli cosa sarebbe cambiato? Certamente si sarebbe allungata la mia carriera, io ho smesso nel 1987 a 32 anni, potevo fare qualche anno in più, ma ripeto, era giusto finire alla Juve”.

LEGGI ANCHE: Il Codacons si scaglia contro l’esaltazione eccessiva di Maradona: “Esempio sbagliato per i giovani”

Dichiarazioni: Alfredopedulla.com – Foto: Wikipedia

COMMENTA L'ARTICOLO