Miccoli. Perché in carcere a Rovigo e non a Lecce?

Foto: profilo Instagram Fabrizio Miccoli

Dopo la condanna a tre anni e mezzo per estorsione aggravata dal metodo mafioso da ieri l’ex calciatore Fabrizio Miccoli si trova nel carcere di Rovigo dove si è presentato spontaneamente per scontare la pena. La scelta di presentarsi in Veneto non in un posto più vicino a casa è stata spiegata dal suo avvocato alla Gazzetta dello Sport: “Ha scelto lui il Veneto. Ne abbiamo parlato e ha preferito un posto dove nessuno lo conosce. Ha bisogno di stare lontano da tutto e da tutti, anche da Lecce, la sua città. Non dalla famiglia, che andrà a trovarlo tutte le volte che sarà possibile. Fabrizio è mortificato, disorientato, deluso. Rispetta la sentenza, ma non la condivide, non si sente responsabile dei fatti per cui è stato condannato. Lui ha sempre fatto del bene, anche a Palermo. Me lo ha ripetuto mentre eravamo in Cassazione: ama quella città, l’ha aiutata anche pochi mesi fa con una donazione importante per affrontare l’emergenza COVID”.

LEGGI ANCHE: Maradona. Un anno dopo ecco il ricordo del Napoli

LEGGI ANCHE: Terza dose, Mihajlovic: “Non fare il vaccino è da egoisti”

Fonte: TMW