Lo Zenit San Pietroburgo vaccina i suoi tifosi. E in Italia?

Lo Zenit San Pietroburgo vaccina i tifosi allo stadio

Lo Zenit San Pietroburgo si propone come pioniere di un’iniziativa particolare per il mondo del calciò. Il club russo ieri ha promosso un’iniziativa per vaccinare i suoi tifosi. È accaduto ieri prima della gara contro l’Akhmat Grozny. Le dosi del vaccino Sputnik V sono state inoculate allo stadio prima del match. Il punto vaccinale è stato aperto a due ore dal fischio di inizio. Per accedere al vaccino era necessario, previo visita medica, presentarsi allo stadio muniti di biglietto per la partita, tessera sanitaria e passaporto. Un’iniziativa che sta facendo discutere il mondo del calcio.

Una proposta replicabile anche in  Italia?

E c’è chi si interroga sul fatto che quella dello Zenit sia una soluzione proponibile anche nella nostra Serie A. Sarebbe un’ottima cosa ma la realtà al momento dice che la campagna vaccinale nel nostro Paese è lontana anni luce da quella di Russia ed altri paesi (specie fuori dal continente europeo). E il nostro calcio intanto litiga su protocolli e rinvii delle partite, mentre i tifosi spesso si assembrano fuori dagli stadi chiusi da ormai un anno.

Leggi anche: Xavi, galeotta tecnologia: ammonito per un pallone non uscito dal campo

ULTIME NOTIZIE

Mondocalcionews.it, il sito di riferimento per i veri appassionati.

Rimani aggiornato sulle ultime news dal mondo del Calcio. Il nostro portale, aggiornato 24 ore su 24, mette a disposizione dei lettori tutte le curiosità, risultati, statistiche, fatti e dichiarazioni del panorama calcistico mondiale, dai professionisti ai dilettanti.