Last Banner, Pairetto:”Juve e ultras fecero coreografia contro Inter”

Sorry! You are blocked from seeing ads

SEGUICI SU

Last Banner, parla il Supporter Liason Officer della Juventus

Prosegue il processo Last Banner, contro alcuni esponenti della tifoseria della Juventus. Ieri in tribunale è stata la volta del Supporter Liason Officer dei bianconeri Alberto Pairetto che ha testimoniato davanti ai giudici come parte civile.

“Juventus e ultras insieme per striscione contro Inter”

L’addetto ai rapporti con i tifosi del club bianconero ha rivelato come nell’ultima settimana del febbraio 2016 gli ultras juventini decisero di “vendicare” una coreografia dei tifosi dell’Inter esposta in un precedente match tra le due formazioni rivali. «I gruppi ultrà vennero allo stadio in settimana, per fare le prove (della coreografia) e per piegare i teloni. Con il passare del tempo si erano abituati a fare un po’ i padroni della curva. Era come se fosse casa loro», ha dichiarato Pairetto al processo Last Banner. Nello specifico, lo striscione che aveva fatto infuriare i tifosi bianconeri fu quello con la Banda Bassotti vestita con le maglie della Juve, vendicato successivamente con un altra coreografia che raffigurava “Un grande pagliaccio con la maglia dell’Inter con una tenda da circo dai colori nerazzurri e lo scudetto di cartone”. Pairetto ha poi sottolineato come gli “striscionisti” fossero “un pegno da pagare ma che erano un vantaggio per la coreografia“. Lo riporta il Corriere della Sera.

Leggi anche: Juventus: Dybala salta anche il Porto, l’argentino punta il Cagliari

COMMENTA L'ARTICOLO
Sorry! You are blocked from seeing ads