Juventus, caso plusvalenze. Cherubini interrogato per 9 ore in procura

Foto: logo Juventus

Federico Cherubini, direttore sportivo della Juventus ed ex braccio destro di Fabio Paratici, si è recato ieri in procura ed è stato interrogato per 9 ore dalla guardia di finanza come persona informata dei fatti. Cherubini è stato il primo, ma sicuramente non sarà l’ultimo dirigente che verrà ascoltato dalle autorità competenti.
E nel frattempo l’indagine si allarga e si estende ad altre società, come riporta il quotidiano romano Il Messaggero: “Oltre a quella di Torino, infatti, potrebbe scendere in campo la procura di Napoli per Osimhen, valutato 70 milioni di euro con 4 giocatori inseriti nell’affare con il Lille. Ai francesi andarono il portiere Karnezis e i tre Primavera Manzi, Palmieri e Liguori, ‘quotati’ una ventina di milioni. Peccato che uno non abbia mai giocato e gli altri siano tornati in Italia, a vivacchiare tra C e D. La sensazione è che sia arrivato il momento di metterci mano, per questo la Figc sta lavorando a modifiche regolamentari che non consentano ai club di sfruttare le plusvalenze”.

LEGGI ANCHE: Milan, a gennaio potrebbe arrivare Faivre

LEGGI ANCHE: Inter, situazione contratti. Perisic e Brozovic rinnovano?

Fonte: Sportmediaset