Julio Cesar: “Battere il Milan messaggio chiave per lo scudetto. Inter ha in casa il mio erede”

Sorry! You are blocked from seeing ads

Julio Cesar, ex portiere dell’Inter, ha rilasciato una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport, in cui ha toccato tanti temi a partire dal Derby di Coppa Italia di domani sera contro il Milan, passando per i suoi ricordi in nerazzurro e dicendo anche la propria sul suo possibile erede. Queste le sue parole riportate da fcinternews.it.

SUL DERBY DI COPPA ITALIA: “L’Inter deve vincere per mandare un messaggio in chiave scudetto al Milan. In campionato in questo momento stanno inseguendo i rossoneri ed è possibile approfittare della loro ultima sconfitta in campionato per abbassare ancora di più il loro morale. Occhio a Ibrahimovic che sta facendo cose straordinarie“.

UN RICORDO SPECIALE NEL DERBY: “Il primo derby resta indimenticabile, vincemmo 3-2. Ricordo speciale il rigore parato a Ronaldinho“.

SULLE DIFFERENZE CON LA “SUA” INTER: “Difficile fare paragoni, Moratti fu bravissimo a costruire la squadra del Triplete, oggi è complicato ripercorrere quell’epoca per via dei tanti cambiamenti. La strada è giusta, basta credere nel progetto e nel proprio allenatore“.

SU CONTE: “Conte è preparatissimo. L’ho visto a lavoro in Cina: spinge tanto e trasmette tanta passione“.

SULLE CRITICHE A HANDANOVIC: “Il ruolo del portiere è delicatissimo, anche io fui criticato. Quando dimostri di essere tra i migliori poi tutti si aspettano sempre grandissime cose. Samir è un grande portiere, giusto per l’Inter“.

SUL SUO EREDE ALL’INTER: “Mi parlano tutti molto bene di Filip Stankovic ma non ho avuto il piacere di vederlo dal vivo quindi non so esprimermi, ma se va già in panchina in Champions League significa che è speciale. L’Inter ha comunque già “in casa” il nuovo Julio Cesar ed è Brazao (brasiliano classe 2000 in prestito all’Oviedo). Ha le potenzialità per diventare il più forte al mondo“.

LEGGI ANCHE: Ibrahimovic-Lukaku, la sfida nata a Manchester: “Ti do 50 sterline per ogni stop fatto bene”

LEGGI ANCHE: Milan, Tatarusanu: “Tra noi e l’Inter c’è una differenza sostanziale”

SEGUICI SU

COMMENTA L'ARTICOLO
Sorry! You are blocked from seeing ads