James Real: “Il Madrid non mi ha lasciato andare”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

James Real : il colombiano parla del suo calvario durante l’ ultima estate passata al Real Madrid

James Real , continua la diatriba. Il colombiano ha rilasciato un’ intervista a ‘Gol Caracol’ dove ha parlato di come ha vissuto l’ ultima estate a Madrid, tra intrighi di mercato e le esclusioni dalla parte tattica negli allenamenti. “Non mi hanno lasciato andare al club in cui volevo andare. Volevano che andassi in un’altra squadra ”.  James accenna anche al fatto che è stato lasciato fuori dal lavoro tattico. James parla pure dell’ offerta dell’Atlético de Madrid, sebbene nell’intervista a Gol Caracol non abbia menzionato il nome del club Atletico: “Più tardi c’è stata un’ottima proposta da una squadra spagnola, non vorrei dire il nome della squadra, che il Madrid ha respintoVolevo davvero che il popolo di Madrid conservasse l’immagine che avevo lasciato prima di andare in Bayern, perché sapevo dall’inizio della stagione che il mio ruolo a Madrid non sarebbe stato uno dei principali. Nelle prime sessioni di allenamento di agosto mi hanno lasciato fuori per il lavoro tattico, mi sentivo a disagio perché non l’avevo mai provato. Ho iniziato la preseason con il Madrid inavvertitamente, perché pensavo che questa operazione fosse stata chiusa prima con l’altro club spagnolo. Onestamente, al club in cui volevo andare, non me lo hanno permesso. Volevano che andassi in un’altra squadra “. Il colombiano, nel corso dell’ intervista, ci ha tenuto a ringraziare il Bayern e Jupp Heynckes di averlo riportato ai livelli che aveva nel Real Madrid ai tempi di Ancelotti, ha ribadito anche la sua volontà di non voler rimanere al Bayern perché non era felice e di conseguenza dopo aver parlato con i dirigenti di questo si è deciso di non riscattarlo. “Sarò eternamente grato al Bayern e in particolare a Jupp Heynckes che ha ottenuto un livello incredibile da me. Il Bayern è un club di prim’ordine, ma quello che non voleva continuare ero io. Volevano utilizzare l’opzione di acquisto, ma ho parlato con un leader in modo che non lo facessero perché non ero a mio agio e non ero feliceQuando ciò accade nella tua vita devi prendere delle decisioni, l’hanno capito perfettamente. A quel tempo la mia decisione fu quella e non me ne pento. “

Fonte foto: @realmadrid

COMMENTA L'ARTICOLO