Foto: logo Roma

Si arricchisce di nuovi particolari la vicenda di ieri sera che ha visto Emiliano Scamacca, padre del giocatore Gianluca, irrompere a Trigoria armato di spranga. Come riporta l’ANSA, Emiliano Scamacca si è presentato verso le 19.30  al centro sportivo giallorosso con una spranga,  minacciando i presenti  e colpendo le auto di alcuni dirigenti giallorossi, come quelle di Tiago Pinto, De Sanctis e Lombardo. Sono state danneggiate anche le telecamere di sorveglianza e la Lupa Capitolina in marmo lì presente. Con una felpa del Sassuolo addosso e in braccio un cane di piccola taglia, all’ingresso ha chiesto di Bruno Conti. Poco dopo, alzando la voce, si è avvicinato furibondo al campo di allenamento, suscitando sconcerto nei ragazzi presenti, messi al riparo dalla sicurezza del club. L’uomo è stato poi fermato tempestivamente, ma ancora non sono noti i motivi che hanno provocato tale insensato gesto. Potrebbero esserci dietro motivazioni economiche. In aggiunta, i rapporti con il figlio Gianluca non sono idilliaci. Il giocatore da anni vive solo con la madre, dai tempi della sua esperienza in Olanda al PSV Eindhoven. Gianluca peraltro non era assolutamente a conoscenza delle intenzioni del padre, presentatosi a Trigoria senza documenti d’identità. Riconosciuto solo in seguito all’arresto, l’uomo è stato denunciato per danneggiamento aggravato e invasione di edificio. Dal commissariato di polizia di Spinaceto sarebbe stato trasportato in pronto soccorso per una visita psichiatrica.

LEGGI ANCHE: Momento di follia a Trigoria: arrestato il padre di Scamacca per minacce con una spranga ai ragazzi delle giovanili

LEGGI ANCHE: Cagliari, Nainggolan risponde ad un tifoso del Milan: “Non piangere, come fai a vincere senza tirare in porta?”

Fonte: Calciomercato.com – ANSA

 

Articolo precedenteCalciomercato Fiorentina, il punto sui prestiti tra cessioni e rientri
Articolo successivoTorino, Ansaldi: “La voglia di vincere ci ha aiutato. La salvezza non dipende dai singoli”