Il giornalismo sportivo piange la scomparsa di Gianfranco De Laurentiis

Gianfranco De Laurentiis scomparsa
Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Giornalismo sportivo in lutto per la scomparsa di Gianfranco De Laurentiis

Gianfranco De Laurentiis, uno dei volti più popolari della redazione sportiva Rai, è morto nella notte a Roma. Aveva 81 anni e lascia la moglie Mirella e i figli Roberto e Paolo. Il mondo del giornalismo sportivo e la Rai piangono la scomparsa di uno dei volti più apprezzati dello sport in tv.

Da Eurogol a Dribbling, passando per Pole Position: non solo calcio nella carriera di Gianfranco De Laurentiis

Assunto dalla Rai nel 1972, Gianfranco De Laurentiis entrò nella redazione del Tg2 nel 1976. L’anno successivo divenne conduttore di Eurogol, trasmissione dedicata alle coppe europee in onda ogni giovedì fino al 1994. Dal 1987 al 1996 è stato conduttore di Domenica Sprint, altra trasmissione di punta del palinsesto Rai dedicato al calcio. Tra il 1993 e il 1994 fu anche direttore della redazione sportiva Rai. Ha condotto anche una edizione della Domenica Sportiva (1994-95) e diverse edizioni del rotocalco sportivo Dribbling. Infine, anche un passaggio in Formula 1 con la trasmissione Pole Position, condotta dal 1997 al 2001.

Una vita per la televisione pubblica

Tra gli altri programmi condotti da De Laurentiis da ricordare anche “Gol Flash”, versione di Eurogol dedicata alla Serie A su Rai 2, “Stadio Sprint” (nelle prime due stagioni), “Diretta Sport” “Numero 10” con “Le Roi” Michel Platini. Il 2020 porta via un altro volto familiare dello sport in tivù. In tanti addetti ai lavori lo ricordano: dai colleghi Riccardo Cucchi e Alessandro Antinelli, passando per tante squadre di calcio.

FOTO: FC Inter 1908 Twitter.

COMMENTA L'ARTICOLO