Galliani:”Temevo di morire. Ringrazio medici e infermieri”

Adriano Galliani racconta la sua esperienza con il Covid

Adriano Galliani ha rilasciato le sue prime dichiarazioni al Corriere della Sera dopo aver lasciato il reparto di terapia intensiva dell’Ospedale San Raffaele di Milano dove è stato ricoverato per Covid-19. L’Amministratore Delegato del Monza (ex Milan) ha raccontato la sua difficile esperienza con il virus.

“Ho temuto di morire. Non guardavo partite per il timore che si parlasse della pandemia”

«Sono stato dal 7 al 17 marzo in terapia intensiva. Non vedevo nulla, avevo davanti a me solo un muro. Non è stata una passeggiata, ma voglio ringraziare i meravigliosi infermieri, medici” le parole del dirigente monzese», ha esordito Galliani che poi ha aggiunto:«Silvio Berlusconi e la mia famiglia mi sono stati sempre vicini. Il presidente mi scriveva continuamente, mi mostrava il suo affetto, era preoccupato per me.». Infine l’AD del Monza ha rivelato di non aver guardato partite in televisione per il timore che nel corso del match si parlasse della pandemia.

Leggi anche:“Ha comprato il Chelsea per volere di Putin”, parte la querela di Abramovich