Beppe Signori: “Sogno di fare l’allenatore. L’Italia sarà protagonista all’Europeo”

Foto: profilo Instagram Beppe Signori

Dopo aver ricevuto la “grazia” del Presidente della FIGC Gabriele Gravina, Giuseppe Signori, ex calciatore della Lazio e della nazionale è tornato a parlare in un’ intervista rilasciata a Radio Anch’io Sport, parlando del suo futuro, del nostro. campionato e della nazionale italiana all’Europeo.

Come vede il calcio di oggi e se farà mai l’allenatore:Allenare è uno dei miei sogni, uno dei miei obiettivi. Ho conseguito il patentino. Mi manca l’odore dell’erba, la sento come casa mia. Oggi è difficile allenare perché ci sono tantissimi allenatori e poche panchine. Chi mi restituirà questi 10 anni? Nessuno, ma è inutile piangersi addosso. Voglio guardare avanti perché non volevo rimanere sotto il peso della prescrizione. Il calcio di oggi? É fatto per i più comodi ed è un calcio più da poltrona che da stadio. Ci sono pochi orari certi e questo non aiuta a seguire le partite con attenzione.”

Un attaccante che ricorda Signori: Immobile è riuscito ad incidere come nessun’altra in questi anni. É il vero bomber della Nazionale e spero possa fare qualcosa di importante in questo Europeo.”

L’Italia di Mancini può vincere l’Europeo: “Le condizioni e le qualità ci sono. Mancini ha aperto un ciclo e può andare lontano. Vincere è sempre complicato ma possiamo aprire un ciclo con questo Europeo.”

Come vede Sarri alla Lazio e Inzaghi all’Inter:Non è ancora ufficiale Sarri, ma penso sia un ottimo allenatore perché ha fatto bene sia con le piccole sia con le grandi. Può essere un allenatore vincente e con lui Lotito darebbe continuità al lavoro fatto da Inzaghi. Simone all’Inter? Lui è un ottimo allenatore poi bisognerà vedere se confermeranno tutti i giocatori che l’anno scorso hanno vinto.”

Fonte: tuttomercatoweb.com

LEGGI ANCHE:Milan e Juve rivedono le stelle. Napoli in EL. Il pagellone delle big del campionato