Astori, la perizia del Tribunale di Firenze: “Morte non poteva essere evitata”

RICEVI LE ULTIME NEWS

Le conclusioni del Tribunale di Firenze scagionano dunque il medico Giorgio Galanti, ex direttore della medicina sportiva di Careggi, unico imputato del processo (per omicidio colposo). La morte di Davide Astori non sarebbe potuta essere evitata in alcun caso poiché la patologia del calciatore della Fiorentina sarebbe stata difficilmente intercettabile anche con l’holter cardiaco. Si conclude così la perizia disposta dal tribunale sulle cause della scomparsa di Astori, trovato senza vita il 4 marzo 2018 nella camera d’albergo di Udine nella quale era in ritiro con i compagni per la trasferta di campionato contro l’Udinese. L’unica censura resta dunque quella del mancato utilizzo dell’holter, la perizia verrà discussa il 4 febbraio prossimo in rito abbreviato. Questo quanto riportato da La Repubblica di Firenze.

ULTIME NOTIZIE

Mondocalcionews.it, il sito di riferimento per i veri appassionati.

Rimani aggiornato sulle ultime news dal mondo del Calcio. Il nostro portale, aggiornato 24 ore su 24, mette a disposizione dei lettori tutte le curiosità, risultati, statistiche, fatti e dichiarazioni del panorama calcistico mondiale, dai professionisti ai dilettanti.