Arresto Ferrero, parla l’avvocato: “E’ stato arrestato a Milano perché stava trattando Stankovic”

Foto: profilo Twitter Sampdoria

Ai microfoni di Radio Punto Nuovo ha parlato l’avvocato di Massimo Ferrero, Giuseppe Tenga che riguardo l’arresto del suo assistito ha rilasciato quanto segue: “In questo momento è in carcere a Milano, e questo mi lascia molto perplesso visto che ci saranno due giorni di festa e sarà difficile parlare con lui al telefono. Fisicamente so che non è in buone condizioni di salute, ma, malgrado ciò, è stato condotto in carcere. Ha la pressione alta ed epistassi. Al momento non ha neanche i vestiti, speriamo che facciano entrare in carcere almeno un cambio di indumenti. Non discuto il provvedimento, ma il modo in cui si è svolta la vicenda. Evidentemente Ferrero dà fastidio a qualcuno”.

Cosa c’entra la Sampdoria?
“Niente ma dovrà per forza dimettersi visto che dal carcere non potrà occuparsi di una società sportiva. So che ieri stava trattando con Stankovic per affidargli la panchina della Samp. Per questo motivo si trovava a Milano”.

Adesso che succederà?
“Entro i prossimi cinque giorni ci sarà l’interrogatorio, poi ci sarà il nostro ricorso al Tribunale di Catanzaro”.

Leggi anche: Milan, senti Zenga: “;Sarà un match difficile ma i rossoneri per me ce la faranno”