Alba Adriatica Juniores: una stagione da record
HOME>GIOVANILI>Alba Adriatica Juniores: una stagione da record

Alba Adriatica Juniores: una stagione da record

01 Giugno 2018 alle 17:49 di Vittorio Cornacchia

Campioni d’Abruzzo nella categoria Juniores regionale d’Elite e capaci di spingersi fino ai quarti di finale della fase nazionale: è questo lo splendido bottino annuale dell’Alba Adriatica. Mai, in precedenza, il club albenese era riuscito ad andare così oltre nella sua storia.

Un’annata esaltante, che ha visto l’11 guidato da mister Massimiliano Marini proiettarsi immediatamente in testa al proprio girone, il gruppo A, e rimanerci praticamente fino alla fine, tenendo un ritmo altissimo e strameritando il successo. Un cammino che parla chiaro: 20 vittorie in 26 partite, 4 pareggi e 2 sole sconfitte. La prima giunta nell’ultima partita del girone di andata a Capistrello mentre la seconda, più pesante, è stata quella nello scontro diretto contro il Cologna e terminata 0-1 in favore dei neroverdi, che hanno tentato per diverse settimane l’aggancio in vetta. Il trionfo matematico è arrivato all’ultima gara della regular season, quando gli albensi hanno distrutto il Capistrello con un perentorio 8-2, vendicando anche la sconfitta dell’andata.

Il punto di vantaggio, a fine anno, mantenuto sul Cologna, ha permesso all’Alba Adriatica di raggiungere la finalissima regionale contro l’Acqua e Sapone, vincitore del girone D. La gara è stata giocata sul campo neutro di Castelnuovo di fronte ad un’importante cornice di pubblico ed è da ricordare come una partita assolutamente folle e ricca di colpi di scena. Dopo un continuo ribaltamento di risultati, nel finale l’Alba Adriatica ha trovato la zampata vincente e ha chiuso il match sul 4-3, laureandosi campione d’Abruzzo e accedendo alla fase nazionale. Qui le squadre sono state divise in mini gironi da 3 e all’Alba sono capitate il Sesto Campano e il Porto Sant’Elpidio, entrambe da affrontare in gara secca. La prima sfida si è giocata al Valeria Rosini di Alba Adriatica e ha visto i padroni di casa regolare comodamente per 6-0 il Sesto Campano, dando immediatamente un segnale di forza. Dopo la vittoria per 4-0 del Porto Sant’Elpidio sul campo del Sesto Campano nella seconda partita, tutto si sarebbe deciso nella sfida in terra marchigiana, con l’Alba forte dei due gol di vantaggio realizzati che avrebbero permesso di qualificarsi anche con un pareggio. Ma anche a Porto Sant’Elpidio l’Alba Adriatica ha dato prova di forza impressionante, andando a vincere nuovamente per 6-0 e regalandosi l’accesso ai quarti.

Sul cammino degli uomini di Marini è finito il Tor di Quinto, squadra campione d’Italia in carica nella categoria e quotatissima a livello giovanile. Nell’andata, giocata al Valeria Rosini di Alba, i rossoverdi hanno disputato una gara gagliarda, mostrandosi per alcuni tratti anche superiore al team romano. L’Alba ha esercitato una buona pressione nel corso dei primi 20 minuti, costringendo il Tor di Quinto ad agire di rimessa. Da segnalare, tra l’altro, il curioso impiego del libero staccato vecchia maniera da parte dei romani. Dopo il primo vantaggio albense (siglato da Njambè), gli ospiti sono pervenuti al pareggio in chiusura di primo tempo ma l’Alba ha trovato nuovamente il gol del 2-1, ancora con Njambè. Tuttavia la maggior forza fisica del Tor di Quinto e la maggior abitudine a certe sfide alla lunga ha pagato e gli ospiti si sono imposti per 3-2. Nella gara di ritorno, giocata 4 giorni dopo a Roma, l’Alba Adriatica è stata in partita fino al quarto d’ora della ripresa, poi ha subito il gol del vantaggio e si è sbilanciata alla ricerca della qualificazione, favorendo il contropiede avversario. Alla fine è stato un 3-0 forse troppo pesante per quello che si è visto nelle due sfide ma che lascia comunque un senso di soddisfazione e orgoglio in tutti i protagonisti di questa splendida cavalcata.

 

Da segnalare, tra loro, il portiere Francesco Santomo, classe 2000 e che ha avuto anche modo di esordire in prima squadra nel campionato di Eccellenza: ottimi riflessi tra i pali e buon senso della posizione. In difesa ha spiccato sicuramente Mattia Iuvalò, leader della retroguardia e giocatore elegante e in grado di far ripartire l’azione con tecnica e visione di gioco, oltre che a farsi apprezzare per le letture difensive. Per il centrale, classe 2000, sono arrivati anche 3 gol. Ottima la stagione del capitano Kevin Passamonti, il regista della squadra, spesso decisivo anche con i suoi calci piazzati mentre, sempre a centrocampo, la rivelazione è stata Emilii, classe 2001, che ha sorpreso tutti per la sua capacità di adattarsi ad una categoria maggiore della sua. Centrocampista di corsa, dotato di una grande forza fisica e imponente nel gioco aereo, ha tutto il tempo per continuare la sua crescita e imporsi in futuro. Davanti, oltre che sull’estro del mancino Lorenzo Neri, ci si è affidati soprattutto alla straripanza assoluta del camerunese Njambè, fuoriquota classe 98, che dal suo arrivo a Dicembre ha messo a segno 15 gol in campionato per poi fare la differenza nella fase Nazionale. Il giocatore africano, oltre ad un fisico da granatiere che gli permette di tenere botta in qualsiasi duello, ha ottime doti tecniche, fantasie e fiuto del gol ed è il vero pezzo pregiato della talentuosa scuderia albense. Qualche rimpianto per aver potuto usufruire solo part time del bomber Alessandro Cimini, capocannoniere nelle ultime stagioni degli Allievi ma poco presente durante la stagione e che a Dicembre era stato ad un passo dall’addio.

Un cammino strepitoso che rende orgogliosa tutta la provincia teramana e che va al di là della sconfitta nei quarti con il Tor di Quinto. Il giusto riconoscimento per una società che ha sempre fatto della crescita dei giovani e dello sviluppo del proprio settore giovani il proprio cavallo di battaglia.

ULTIME DI MONDOCALCIONEWS

Logo Champions League

Preliminari Champions League, le prime qualificate al secondo turno

Si sono conclusi tutti i match di questa sera valevoli per il ritorno del primo turno preliminare della Champions League.
Kevin Malcuit, terzino del Napoli

Napoli, la compagna di Malcuit contro i tifosi: “Napoletani razzisti e disgustosi”

Ashley Rose, compagna del terzino del Napoli Kevin Malcuit, si è sfogata sul suo profilo ufficiale di Instagram, attaccando pesantemente i tifosi
Jordan Veretout, centrocampista della Fiorentina

Roma scatenata: è fatta per Mancini dall’Atalanta, in arrivo anche Veretout

La Roma ha acceso i motori del calciomercato. Nel giro di pochi giorni il Direttore Sportivo Gianluca Paratici ha praticamente
Pietro Iemmello, attaccante del Perugia

Perugia, ufficiale l’ingaggio di Iemmello

La società del Perugia ha ufficializzato l'ingaggio dell'attaccante classe 1992 Pietro Iemmello. Di seguito la nota: LEGGI ANCHE: Perugia, Massimo Oddo
Matthijs De Ligt, difensore della Juventus

LIVE JUVENTUS – ore 22,13 – De Ligt è appena atterrato a Torino

Inizia ufficialmente la nuova era di Matthijs De Ligt alla Juventus. Alle ore 22,13 l'aereo privato, che trasportava il difensore
Romelu Lukaku, attaccante del Manchester United

AS: Lukaku all’Inter entro settimana prossima !!

Dal quotidiano spagnolo AS arriva una notizia decisamente importante per l'Inter. Secondo le indiscrezioni, la trattativa fra i nerazzurri ed
Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli

De Laurentiis scettico: “Perchè James in prestito al Bayern si ed a noi no?”

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, ha rilasciato un'intervista al quotidiano Il Mattino in cui ha parlato del giocatore del

Licenziati in tronco Seedorf e Kluivert!

La pessima Coppa D'Africa disputata dal Camerun, costa caro al tecnico olandese Clarence Seedorf e al suo vice Patrick Kluivert.
Roberto Inglese, attaccante del Parma

Parma, colpo Roberto Inglese dal Napoli

La società del Parma comunica di aver raggiunto l'accordo con il Napoli per il trasferimento dell'attaccante Roberto Inglese in terra
Kieran Trippier, terzino del Tottenham

Atletico Madrid, colpo lampo dal Tottenham: ecco Kieran Trippier

Colpo lampo dell'Atletico Madrid. Secondo quanto riportato dal quotidiano spagnolo Marca, i Colchoneros hanno chiuso la trattativa con il Tottenham