22.a giornata Serie B – Due pareggi e una vittoria nelle gare delle 15.

02 Febbraio 2019 - 17:01 di

22.a giornata Serie B: le gare delle 15.

Dopo il grande spavento per il rinvio dell’anticipo di ieri Lecce-Ascoli, a seguito dello scontro di gioco che ha coinvolto il centrocampista dei salentini Manuel Scavone (finito in ospedale dopo aver perso i sensi), la ventiduesima giornata di Serie B è ripresa oggi con tre partite che si sono giocate alle 15.

22.a giornata Serie B: Carpi-Verona.

Il Verona di Fabio Grosso era atteso da una trasferta insidiosa in casa del Carpi di Fabrizio Castori, reduce da una pesante sconfitta a Cittadella. Nel primo tempo, protagonista la pioggia che rende il terreno di gioco del “Cabassi” molto pesante, con il gioco che ne risente. Non ne risente più di tanto, la squadra di casa che passa in vantaggio al 43′ con Di Noia. Il Verona trova il pareggio all’11’ del secondo tempo grazie ad un colpo di testa di Matos che anticipa il portiere carpigiano Colombi. Colombi sarà costretto ad uscire cinque minuti dopo per infortunio, al suo posto Piscitelli. La gara diventa molto vivace con occasioni da gol da una parte e dall’altra. Il risultato, però, non cambia e la contesa si chiude sull’1-1. Punto prezioso per gli emiliani.

22.a giornata Serie B: Padova-Salernitana.

Allo stadio “Euganeo” il Padova, ultimo in classifica, ospitava la Salernitana ad un solo punto dalla zona play-off. I patavini cercano di fare la partita nel primo tempo, ma i primi quarantacinque minuti sono all’insegna dell’equilibrio e il risultato è un pareggio a reti bianche.  L’equilibrio non si spezza neanche nel secondo tempo e la gara si conclude con uno 0-0 che non accontenta entrambe le squadre.

22.a giornata Serie B: Cosenza-Cittadella.

Partita interessante anche quella del “San Vito-Marulla” tra il Cosenza, in cerca di punti per allontanarsi dalla zona calda della classifica, e il Cittadella stabile in zona play-off. Nella prima frazione, sono i calabresi a rendersi pericolosi con un paio di occasioni in contropiede senza fortuna.

Al 3′ minuto della ripresa il Cosenza riesce a sbloccare l’incontro grazie a Sciaudone che supera il portiere avversario con un delizioso pallonetto al termine di una bella triangolazione. La squadra di Piero Braglia, dopo aver sfiorato il secondo gol diverse volte, raddoppia al 65′ con Tutino su assist di Baez. Altro risultato importantissimo per i “lupi della Sila”.