Home>NAZIONALI>Francia in rimonta, Germania ad un passo dalla retrocessione. Vince l’Ucraina.

Francia in rimonta, Germania ad un passo dalla retrocessione. Vince l’Ucraina.

Una bella Germania tiene largamente testa alla Francia e si porta in vantaggio nel primo tempo. Nella ripresa i campioni del mondo reagiscono e ribaltano tutto, condannando ad una probabile retrocessione i teutonici.

LA GARA

La brutta sconfitta in Olanda, larghissima nel punteggio, porta il tecnico tedesco Joachim Loew a rivedere i suoi piani. Tanti i cambiamenti per la Germania, che lascia in panchina diversi nomi importanti, affidandosi alla freschezza e all’entusiasmo di molti giocatori alle prime esperienze in Nazionale. Vedendo la gara si può dire che la mossa è azzeccata, visto che la squadra tedesca disputa una buonissima partita. La Francia, invece, è a grandi linee quella che ha vinto il Mondiale. Primo tempo che vede la Germania schierata con un 3-4-3 atipico con Gnabry falso 9 e Werner allargato a destra: la mossa di Loew mette in difficoltà i transalpini, che provano a fare la partita ma più volte concedono pericolosissimi contropiedi agli avversari. Ci vogliono solo 14′ per vedere il punteggio cambiare quando Toni Kroos realizza un calcio di rigore. Negli spazi i tedeschi sfiorano più volte il raddoppio, andando all’intervallo con uno 0-1 che sta quasi stretto.

Nella ripresa la Francia prova ad aumentare il ritmo e gestire con più velocità e precisione il pallone ma la Germania sembra controllare bene e riparte con pericolosità ogni qual volta può. Ma ci sono episodi che possono cambiare una partita e in questo caso è il gol del pareggio, inventato letteralmente da Griezmann. Il fenomeno francese impatta alla perfezione un traversone molto potente di Hernandez dalla sinistra e, da posizione defilata, indirizza di testa sul palo lontano, battendo Neuer. Il gol fa cambiare un pò i piani ai tedeschi, costretti a osare maggiormente per evitare un pareggio che li avrebbe condannati ad una quasi certa eliminazione. Ma a venirne fuori è nuovamente la Francia con un calcio di rigore molto dubbio concesso per fallo di Hummels su Matuidi. Dal dischetto va ancora Griezmann, che spiazza Neuer e ribalta completamente la situazione. A nulla vale l’assedio finale dei tedeschi, mestamente ultimi ad un punto e costretti a sperare che l’Olanda non batta la Francia per potersi salvare nel gruppo 1 di Nations League.

FRANCIA (4-2-3-1): Lloris; Pavard, Varane, Kimpembe, Hernandez; Kante (90’Nzonzi), Pogba; Mbappe (86’Dembele), Griezmann (90’Alvaro), Matuidi; Giroud. all: Deschamps

GERMANIA (3-4-3): Neuer; Ginter (83’Brandt), Hummels, Sule; Kehrer, Kimmich, Kroos, Schulz; Werner, Gnabry (88’Muller), Sane (75’Draxler). All: Loew

Marcatori: 14’Kroos (rig); 62′ e 80 (rig) Griezmann

LE ALTRE GARE

Nella Lega B di Nations League l’Ucraina supera la Repubblica Ceca per 1-0 grazie ad una rete di Malinovsky e strappa il pass per la fase finale, portandosi a punteggio pieno. Sempre nella seconda lega, gruppo 4, il Galles del CT Giggs, privo di Bale, espugna il campo dell’Eire con un gol di Harry Wilson nel corso della ripresa. La Norvegia batte, sempre per 1-0, la Bulgaria in Lega C (gol di Elyounoussi), raggiungendo in vetta alla classifica proprio gli avversari di giornata mentre nello stesso girone impattano sull’1-1 la Slovenia e il Cipro. Chiusura con la quarta lega: nel gruppo 1 continua la marcia trionfale della Georgia a punteggio pieno. La nazionale di Weiss sbaglia un rigore in apertura di match in Lettonia con Kazaishvili ma poi dilaga con Kankava, Gvilia e Chakvetadze. Vittoria molto ampia del Kazakhstan (4-0) ai danni dell’Andorra. Nell’altro girone in campo oggi, il 4, bruttissima battuta d’arresto della Macedonia capolista, che ne prende 4 in Armenia mentre Gibilterra coglie la seconda, storica, vittoria superando il Liechtenstein per 2-1 tra le mura amiche